Disinfestazione zanzare
Stop alla zanzara tigre!

STOP ALLA ZANZARA TIGRE

La lotta alla Zanzara Tigre richiede la collaborazione ed il coordinamento di più agenti: la Regione che organizza le attività di lotta e monitoraggio a livello regionale, i Comuni che si occupano della disinfestazione degli spazi pubblici, le Ausl che condividono le competenze sia in fase preventiva che in fase esecutiva ed infine - ma tutt’altro che di importanza secondaria - occorrono il coinvolgimento e la partecipazione attiva di ciascun cittadino.

Sono infatti le aree private a costituire la parte più consistente dei siti a rischio (il 70-80% delle zone a rischio è di proprietà privata). Le aree private contribuiscono in modo determinante alla colonizzazione ed all’insediamento della Zanzara Tigre anche quando i trattamenti pubblici sono svolti in modo accurato e regolare.

Ognuno di noi può dare un significativo contributo alla lotta contro le zanzare, rispettando alcune “regole” che impediscano a questi fastidiosi e spesso pericolosi insetti di deporre le uova e riprodursi. 

Le zanzare necessitano di acqua stagnante per deporre le uova e farle schiudere quindi, evitare ristagni d’acqua è una delle più importanti azioni preventive.

I siti più a rischio di infestazione sono:

  • Abitazioni con esterno (cortile, giardino, balcone)
  • Parchi (giardini e spazi verdi)
  • Vivai (soprattutto inseriti in contesti urbani)
  • Piazzali con o senza verde (parcheggi privati ad uso pubblico, zone di carico e scarico all’interno delle aree produttive …)

Ecco alcune regole generali che, se messe costantemente in opera, impediscono alla zanzara di procreare:

  1. Svuotare ogni recipiente dove si sia ristagnata acqua è un’operazione fondamentale: sottovasi, grondaie, vasche di contenimento, pozzetti, fontanelle, annaffiatoi, cisterne, giochi dove si può accumulare e ristagnare acqua anche piovana.
  2. Nei ristagni “ornamentali” è opportuno introdurre pesci (come i comuni pesci rossi o Gambusie) o crostacei (Copepodi Ciclopoidi) che si nutrono di larve.
  3. Tenere pulite le caditoie delle fogne, i tombini, le griglie e – dove opportuno – collocarvi regolarmente pastiglie antilarvali.
  4. Montare le zanzariere alle finestre è un rimedio efficace contro l’intrusione delle zanzare nei locali chiusi.
  5. Alcune piante aromatiche e fiori che – rilasciando essenze poco gradite alle zanzare – possono allontanarle ma non eliminarle: gerani, lavanda, catalpa, citronella, bergamotto, menta, basilico sono repellenti naturali ma non rappresentano la soluzione definitiva.
  6. Mantenere potate piante, siepi e cespugli dopo le zanzare spesso si riposano.

 La Regione Emilia Romagna ha messo a disposizione un pieghevole in cui sono indicate gli accorgimenti per prevenire la proliferazione e la diffusione della zanzara tigre:

Scarica il documento in formato PDFscarica il pieghevole - zanzara tigre e altri insetti pericoli pubblici
documento in formato PDF 

 

Ricorda però, i famosi “rimedi della nonna” sono utili ed efficaci ma da soli non bastano per arginare il problema!

Cooplar impresa di servizi nel settore pulizie

Cooplar

Vivremo ambienti di lavoro salubri.

Disinfezione

Valutazione del Rischio Legionellosi

Ispezione e pulizia canalizzazioni aerauliche

Pulizie industriali

Disinfestazione

Igienizzazione

Servizi vari

Contatti

Cooplar - Soc. Coop.

Sede operativa: Piazza della Repubblica, 34 - 41033 CONCORDIA SULLA SECCHIA (MO)
tel.: 0535 40338 - fax: 0535 54196

Sede logistica: Strada Provinciale 8 (via per Mirandola), 84 - 41037 Mirandola (MO)

Newsletter

Rimani aggiornato iscriviti alle nostre newsletter!

Iscriviti